Il Beagle è adatto ai bambini? Ecco la verità.

Cane Beagle bambini

Capita spesso che chi cerca un cane per la propria famiglia chieda se il Beagle è un cane adatto ai bambini. Il fatto che si tratti di un cane molto socievole e allegro, amante dei giochi e delle coccole, può trarre in inganno fiduciosi genitori. Per capire se un Beagle è adatto ai bambini bisogna infatti valutare attentamente tutti gli aspetti, consiglio che del resto vale per qualsiasi cane si intenda adottare. Ecco un po’ di chiarezza in merito.

Perché si dice che il Beagle è un cane adatto ai bambini.

Comunemente il Beagle è una delle razze più consigliate sul web per quanto riguarda il rapporto con i bambini. Questo perché si tratta di un cane estremamente affettuoso e giocherellone, qualità che si associano normalmente al compagno ideale per i più piccoli. In effetti, è vero che il Beagle è un cane sensibile e intelligente e, se non ha subito traumi, non è affatto aggressivo. Ma queste caratteristiche comportamentali non sono sufficienti per decidere di adottare un cucciolo di Beagle per il proprio bambino senza ulteriori considerazioni. Il fatto ad esempio, che ami giocare, non significa che lo faccia nel modo più consono ad interagire con un bambino molto piccolo. Il Beagle è molto espansivo e prorompente, ha un carattere vivace e può dimostrare involontaria irruenza. Un bambino ancora piccolo potrebbe restarne spaventato, fraintendendo le intenzioni del cane. Ecco perché prima di farli socializzare è necessario che entrambi siano preparati e il Beagle abbia ricevuto un’adeguata educazione.

Il Beagle può mordere?

Certo che il Beagle può mordere, come tutti i cani. Questo non significa che sia aggressivo. Una situazione molto comune è quella del cucciolo che mordicchia tutto ciò che gli capita a tiro perché è il suo modo di giocare e conoscere il mondo. Un adulto non ha nessun problema con questo atteggiamento, ma un bambino potrebbe spaventarsi e le sue urla ecciterebbero maggiormente il cucciolo. Per questo è importante che il Beagle sia opportunamente svezzato e istruito. I Beagle che hanno trascorso con la madre tutto il tempo necessario (almeno 60 giorni) sono per natura meno inclini a mordicchiare. Inoltre, se correttamente educati, imparano gradualmente ad evitare di farlo, soprattutto con i bambini. Ma è qualcosa che possono apprendere solo con il tempo e la pazienza di chi li accudisce.

Beagle e bambini: come comportarsi?

Fatte le dovute precisazioni, un Beagle già svezzato e educato nel modo giusto può rivelarsi sicuramente un compagno di giochi straordinario per un bambino. L’importante è prendere sempre alcune precauzioni per evitare incidenti involontari. In particolare:

  • Un adulto deve sempre essere presente alle interazioni tra cane e bambino. Se si lasciano soli, l’uno o l’altro potrebbero mostrarsi involontariamente troppo esuberanti con conseguenze
  • Bisogna mostrare al bambino come comportasi con il cane. Ovvero, con calma, rispetto, dolcezza e anche cautela. Solo così potrà imparare a non averne paura ma anche a trattarlo nel modo giusto.
  • Non forziamoli all’incontro. Se il bambino non se la sente o il Beagle non appare tranquillo, meglio aspettare che si calmino e arrivi il momento giusto.
  • Facciamoli familiarizzare con pazienza. Per esempio, coinvolgendo il bambino nella cura del cane, nella preparazione del cibo, nelle passeggiate e in tutti quegli aspetti quotidiani che , poco alla volta, diventeranno la normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *